Ben ritrovati Fantasy Readers. Oggi “vi guido” alla scoperta di Terra Ignota di Vanni Santoni. Un romanzo avvincente dallo stile veramente unico da molti definito “letterario”. Il primo volume di una grande saga la quale mescola fiaba, azione, epica cavalleresca e mito classico, donando così nuovo splendore al genere fantasy Italiano.

Info e trama Terra Ignota

Terra Ignota Vanni Santoni
Terra Ignota Vanni Santoni

Titolo: Terra Ignota –  Il Risveglio

Autore : Vanni Santoni HG

Serie : Terra Ignota

Edito da :  Mondadori

Collana : Chrysalide

Genere :  Fantasy classico

Pagine : 420 p.

Valutazione personale : 5 su 5

Trama:

È una limpida notte di luna piena, una notte di gioia e di festa, quando il Villaggio Alto subisce l’improvviso attacco di un manipolo di spietati cavalieri portatori di  morte e devastazione. In pochi sopravvivono : tra questi la giovane protagonista Ailis, mentre la sua migliore amica Vevisa viene rapita.

Seguendo il folle proposito di vendicare la furia distruttrice responsabile della distruzione del suo popolo e ritrovare l’amica perduta,  Ailis , poco più di una bambina ma avente spirito audace e temerario degno di un guerriero, intraprende un lungo e fantastico pellegrinaggio. Attraversando lande sconosciute e meravigliose conoscerà la schiavitù, la battaglia, le illusioni della magia e dell’amore, vedrà le molte facce della morte e capirà l’importanza di questo iniziatico viaggio.

Senza il quale non avrebbe mai sollevato il velo sulle proprie arcane origini e sull’ enigmatico destino che presto si compirà : infatti da lei potrebbe dipendere l’equilibrio e il futuro stesso delle Terre Occidentali.

Recensione Terra Ignota – Un viaggio attraverso i sogni

Valutazione personale: 5/5

Dopo un giorno e una notte di festa, il Villaggio Alto subisce l’attacco di spietati cavalieri appartenenti al Cerchio d’Acciaio, il più nobile ordine dell’impero del quale fanno parte i fedeli servitori dell’Imperatrice.

A comandare la spedizione è il Primo dei Dodici in persona, Aydric Reinhare, tanto bello quanto letale.

Durante l’attacco il villaggio viene dato alle fiamme, gli abitanti sterminati e la giovane Vevisa, la figlia del capo villaggio, rapita.

Ma Vevisa possiede il dono di poter comunicare a distanza inviando sogni ed è proprio attraverso l’invio di un sogno che Ailis, riuscita a mettersi in salvo poiché non presente al villaggio al momento dell’attacco, viene a conoscenza di quanto accaduto.

Per questo motivo la giovane guerriera decide di andare alla ricerca di Vevisa per liberarla e di vendicare la morte dei genitori uccidendo Aydric Reinhare.

Chi è Ailis?

Ailis in Terra Ignota
Ailis in Terra Ignota

Un po’ Alice, un po’ Harry Potter, un po’ Galaad la nostra giovane protagonista si muove in un’ambientazione sospesa tra Avalon e Dungeons & Drangons. Una ragazzina di solo dodici anni con scarsa attitudine allo studio, ma dotata di una forza straordinaria nonostante la giovane età.

Durante il viaggio farà molte esperienze: la schiavitù, combatterà come un gladiatore, conoscerà il potere della magia scura ed incontrerà molte persone conoscendo così le sue vere origini.

Visiterà anche luoghi sconosciuti, attraverserà alcune delle  Cinquantaquattro Città, solcherà il mare e percorrerà la foresta di Broceliande, un luogo incantato e popolato da esseri fantastici.

A un esame più attento la storia di Ailis appare dunque come un vero e proprio romanzo di formazione, un “viaggio dell’eroe”, in cui ogni passaggio ( l’amicizia, la perdita, la battaglia, le illusioni della magia, l’amore ) pone le basi per il processo evolutivo dell’esistenza della protagonista.

Lei stessa in fondo, somiglia a ognuno di noi. In cerca di vendetta ma sopratutto di giustizia, Ailis vivrà passo dopo passo una storia che ha tutto il sapore degli antichi “cammina cammina” delle fiabe. Un viaggio attraverso terre lontane per andare incontro al suo destino.

Ciò che trova il lettore in Terra Ignota

Descrizioni mai ridondanti, dialoghi serrati, un’azione veloce e briosa, colte citazioni frutto dell’amore per la cultura dello scrittore. Una prosa moderna e scorrevole; un viaggio non soltanto fisico bensì spirituale quello della giovane protagonista, un percorso di crescita la quale ci conduce dritti dritti ad uno dei generi più amati (basti pensare a Fitz dei Lungavista, ad Arya Stark oppure allo stesso Frodo Baggins) facendo  del libro un vero e proprio romanzo di formazione.

Emerge, fin dalle righe di questo singolare libro, un segreto divertimento da parte dello scrittore nel manipolare la materia a disposizione. S’intuisce nettamente l’esperienza di Santoni come giocatore di ruolo ed il piacere nel giocare. Balza agli occhi infatti la preziosa capacità di saper costruire un intreccio narrativo complesso donando così spessore  nonché forte personalità ai protagonisti della storia.

Una sapiente miscela di generi

Terra Ignota
Terra Ignota

Quando ho iniziato a leggere Terra Ignota un particolare ha subito catturato la mia attenzione : nonostante la forte matrice fantasy tradizionale il racconto non iniziava con la consueta cartina indicante luoghi e nomi fantasmagorici. Questo io lo interpreto come un chiaro segnale di innovazione.

L’autore sembra voler dire  : – “ Terra Ignota è un nuovo inizio”

Moltissimi sono i richiami ad altre importanti opere. Da quelle classiche a quelle moderne citando Ariosto, Platone, Calvino arrivando fino al moderno Tolkien. Così come i testi religiosi tra cui la stessa Bibbia e riferimenti alla mitologia nordica, celtica, greca e romana. Veramente una miscella potente ed incredibilmente variegata.

I richiami all’ Impero Romano sono espliciti soprattutto nel primo libro “Risveglio” laddove Ailis, dopo essere stata venduta come schiava, viene acquistata da un lanista per il proprio ludus e istruita nel combattimento per dare spettacolo nell’arena. Questo rende la storia dotta ed interessante.

Il mondo creato da Vanni Santoni mi piace poiché si rifà non solo al periodo romano ma anche  all’epoca medievale e quella leggendaria del ciclo Arturiano. infatti la cerchia dei cavalieri e  la tavola dello scacchiere ricorda moltissimo la tavola rotonda di  Re Artù .

L’incontro della giovane protagonista con i Cavalieri del Cerchio ricorda molto il “Parsifal” di Chretien de Troyes,  dove un giovane rimane folgorato dalla comparsa di alcuni splendidi cavalieri a tal punto da comprende in un lampo la propria vocazione.

Ciò che rende “potente” tuttavia questo libro, oltre alla narrazione, sono le immagini le quali fanno dialogare il lettore con i personaggi stessi: i mercanti di schiavi, i guaritori,  le indovine, i cacciatori.

Un pot-pourri  perfettamente riuscito il quale coniuga uno stile pulito e scorrevole ad un linguaggio moderno e una grande abilità di tessitore di trame.

“Il sogno dell’ Imperatrice crea il mondo…Sarà anche un sogno, diceva sempre mio fratello, ma certo non per noi, che ci svegliamo solo morendo”

Che l’avventura sia sempre con voi Fantasy Readers…buona lettura.

Riguardo all’autore Vanni Santoni

Vanni Santoni HG (L’aggiunta della sigla HG al cognome è un omaggio allo scrittore ed aforista italiano Guido Morselli) nasce a Montevarchi nel 1978. Brillante autore de i romanzi Gli interessi in comune (Feltrinelli 2008) Se fossi fuoco arderei Firenze (Edizioni Laterza 2011) apre la trilogia di Terra Ignota con l’episodio il Risveglio.

Particolarità di questi libri la possibilità di essere  letti come singoli romanzi. Infatti l’autore ha optato , non a caso , per un taglio della narrazione il quale permettesse al lettore di leggere tutti i romanzi ad uno ad uno oppure tutti d’un fiato. Senza alcun vincolo cronologico.

Fin dagli esordi considerato scrittore “impegnato” Vanni Santoni custodisce nel suo bagaglio personale un  passato da giocatore di ruolo cresciuto a GDR e manga. Bagaglio arricchito inoltre da una solida cultura classica e saggistica.

La  capacità di saper miscelare il vecchio al nuovo  lo rende il personaggio ideale per portare avanti un’idea innovativa di letteratura fantasy ad oggi sconosciuta in Italia. Un linguaggio moderno narratore di  storie antiche.

P.s.

In memoria di Flavio Bartolomei: essere umano straordinario il cui “viaggio” fantastico è appena iniziato..

per sempre i miei ricordi per sempre nel mio cuore

Elena Spagnoli

Acquista il libro

Leggi e scrivi con noi

Siamo alla ricerca di una nuova Redattrice, amar leggere e scrivere sono gli unici requisiti fondamentali! Clicca sull'immagine se interessata. Cercasi Redattrice